SmilefromXwhite
Blog Stories

Cos'è esattamente lo sbiancamento
dentale e come funziona?

Al giorno d’oggi, un sorriso sano, bello e luminoso è una delle più grandi caratteristiche estetiche di qualsiasi persona e lo sbiancamento dentale è diventato la procedura più ricercata in odontoiatria. Nell’ultimo blog scopri di più su cos’è davvero lo sbiancamento, come funziona e quale metodo scegliere.

I denti gialli senza lucentezza possono inviare il messaggio sbagliato. Sempre più persone stanno cercando di abbellire il proprio sorriso, quindi lo sbiancamento dentale è diventato la procedura cosmetica più ricercata in odontoiatria. L’estetica e la percezione della bellezza sono questioni importanti nella società moderna che influenzano gli atteggiamenti sociali, le interazioni e la progressione professionale. Le ricerche mostrano che il bell’aspetto dei denti influenza direttamente il modo in cui le persone formano un’opinione su un’altra persona in base alla prima impressione.

Cos’è esattamente lo sbiancamento dentale?

Lo sbiancamento dentale è una combinazione del processo fisico di rimozione delle macchie con abrasione (spazzolatura dei denti), ma anche un processo chimico di rimozione delle macchie per ossidazione.

Macchie esterne si formano sulla superficie del dente e macchie interne si formano nelle microfessure di smalto e dentina. Per rimuovere parzialmente le macchie esterne, cioè le macchie sulla superficie dello smalto, possiamo usare dentifrici sbiancanti, fili e collutori, ma solo lo sbiancamento chimico dei denti può rimuovere macchie esterne ostinate e antiestetiche macchie interne, che rendono i denti colorati.

Come funziona lo sbiancamento dentale?

L’uso di agenti ossidanti come il perossido di idrogeno e PAP scompone i componenti delle macchie sui denti, che si trovano sopra o direttamente sotto lo smalto dentale. Il processo avviene in modo tale che l’agente sbiancante entri nello smalto e degradi le molecole pigmentate a quelle piu’ piccole, ottenendo un aspetto più bianco dei denti.

Quali sono le cause delle colorazioni?

Ci sono diversi motivi per cui i denti perdono il loro candore naturale. Alcuni di loro non possiamo controllare, come la vecchiaia o gli incidenti nella nostra giovinezza che possono interrompere lo sviluppo del nostro smalto dentale.

Tuttavia, le macchie più comuni sui denti sono causate da abitudini di vita, cioè il consumo di ingredienti fortemente colorati di cibi e bevande comuni come vino rosso, cola, tè, caffè, bacche e anche tabacco. Nel tempo, i componenti di questi materiali si accumulano sui denti e causano macchie.

Una scarsa igiene dentale, dimenticare di spazzolare i denti può causare l’accumulo di placca e macchie di cibo sui denti.

Metodi di sbiancamento e quali scegliere

Nel corso del tempo, si sono evidenziati due metodi principali di sbiancamento dentale: lo sbiancamento eseguito nello studio dentistico e lo sbiancamento fatto a casa. Le strisce sbiancanti per denti professionali Xwhite® sono l’unico prodotto presente negli studi dentistici insieme ai metodi di sbiancamento standard, che puoi usarlo anche a casa.

Le strisce Xwhite forniranno lo stesso risultato di sbiancamento come nello studio dentistico, solo il processo di sbiancamento stesso richiederà più tempo a causa di concentrazioni più deboli di perossido di idrogeno, ma non vi è ipersensibilità dentale, mentre nello studio dentistico vengono utilizzati i gel molto più forti, quindi il processo di sbiancamento dentale è più breve e vi è un aumentato rischio di ipersensibilità dentale. Lo sbiancamento con strisce professionali Xwhite® non danneggia le gengive o lo smalto e i primi risultati sono visibili dopo alcuni giorni (a seconda del trattamento scelto). Tuttavia, i migliori risultati si otterranno dopo aver utilizzato l’intero trattamento, che dura 14 giorni.

Durata dei risultati di sbiancamento

Lo sbiancamento dentale non è definitivo. Nel tempo, il colore torna a poco a poco allo stato iniziale, e questo è un processo completamente naturale, che non può essere evitato. L’ingiallimento dipende dall’intensità dell’esposizione dello smalto agli agenti pigmentanti: caffè, barbabietola, vino, sigarette, ecc. A seconda di quanto una persona è incline a consumare tali alimenti, la necessità di risbiancamento può sorgere dopo alcuni mesi o anni.

CONSIGLIO: per un miglior effetto dello sbiancamento, sarebbe consigliabile fare una pulizia dei denti professionale nello studio dentistico (facendolo prima di aver fatto lo sbiancamento).

10.05.2022. SmilefromXwhite
 

Denti sensibili e che ce ne facciamo?

Hai mai sentito dolore consumendo bevande fredde o cibi caldi? Se è così, non sei da solo. Sebbene il dolore causato da cibi e/o bevande caldi o freddi possa essere un segno di carie, è comune anche nelle persone con i denti sensibili.

Osvojite X pogodnosti!

Registrirajte se, sakupljajte bodove i uživajte u Xwhite® popustima i poklonima.

Već ste registrirani?
Prijavite se

Osvoji dodatne bodove i pretvori ih u nagrade!

Već ste registrirani?
Prijavite se